Usa 2020: Fb, YouTube e Twitter censurano Bannon

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Facebook, Twitter e YouTube prendono provvedimenti contro Steve Bannon, dopo che l’ex stratega di Donald Trump ha suggerito in un podcast al tycoon, dandone per assodata la rielezione, di decapitare l’immunologo Anthony Fauci e il direttore dell’Fbi Christopher Wray, e di impalare le loro teste ai cancelli della Casa Bianca.

Facebook e YouTube hanno rimosso il video citando la violazione delle regole sull’incitamento alla violenza. Twitter ha invece fatto sapere di aver sospeso in modo permanente l’account di Bannon @warroompandemic per aver violato “la nostra norma sulla glorificazione della violenza”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte