Un nuovo laboratorio di sartoria al Teatro Duse di Bologna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(ANSA) – BOLOGNA, 14 MAG – Un nuovo laboratorio di sartoria, ‘Upcycling: moda, teatro, sostenibilità”, condotto dalla
recycler, costumista e imprenditrice Greta Naselli sarà avviato
dal Teatro Duse di Bologna: quattro incontri che si terranno i
lunedì di giugno (6, 13, 20 e 27 giugno) dalle ore 18 alle ore
20, per un totale di 8 ore. Il percorso, promosso
dall’Associazione Teatro Duse in collaborazione il laboratorio
di moda indipendente Repunto di Catania, svelerà con lezioni
pratiche e alcuni cenni teorici l’arte della trasformazione
sartoriale tramite l’upcycling. Si tratta di una tecnica basata
sulla creatività e la rigenerazione che sfrutta l’enorme
potenziale estetico del ricamo e delle applicazioni per un
approccio sostenibile alla moda e alla sartoria teatrale. I
partecipanti impareranno, quindi, a dare nuova vita ad un capo
di abbigliamento scelto tra i propri abiti dimenticati
nell’armadio e scopriranno i trucchi di una tecnica che oggi è
identificata come moda green, ma è nota e utilizzata da sempre a
teatro, per la realizzazione dei costumi di scena d’epoca e
contemporanei. “Partendo dal nostro armadio – spiega Greta
Naselli – possiamo imparare a sprigionare la nostra creatività
reinventando e trasformando capi che non indossiamo più. Cucire
e scucire, cambiare vestibilità, aggiungere passamaneria,
personalizzare con il ricamo e applicazioni, sono tutte tecniche
proprie dell’upcycling quanto della sartoria teatrale. Quello
che nella moda oggi sembra innovazione, in teatro è storia e
cultura da sempre”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte