Un Bologna discreto regala: il Liverpool si impone 2-0 nel primo match

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Redazione TuttoBolognaWeb

5 agosto

Primo match

—  

Un deciso passo avanti rispetto alla scialba prestazione di Altach nonostante la sconfitta. Si può considerare positiva la prestazione del Bologna nella prima ora di gioco contro il Liverpool di Klopp, anche se due regali difensivi hanno portato i Reds ad imporsi per due a zero con le marcature nel primo quarto d’ora di gioco.

Formazione con diverse assenze per Mihajlovic, con Annan a fare il terzino sinistro, scelte scontate negli altri reparti con Sansone e Orsolini a sostegno di Santander, Vignato al posto di Soriano, Schouten e Svanberg in mediana, Bonifazi, Soumaoro e De Silvestri a completare la difesa. Dicevamo di un discreto Bologna, anche sciupone in un paio di ripartenze e sicuramente migliore nella seconda metà di gara rispetto alla prima. Due errate uscite difensive, una di Bonifazi e una di Svanberg, regalano i gol di Jota e Mane al 7′ e al 13′, poi il Bologna riesce ad adattarsi meglio ai ritmi dei Reds, trovando anche discrete trame e qualche occasione. Skorupski salva su Robertson e Jota, Salah colpisce la traversa, ma il Bologna sfiora il gol con Santander di testa mostrando comunque passi avanti in termini di personalità. Allo scoccare dell’ora il gol è anche arrivato su recuperata del paraguaiano, cross di Svanberg e piatto di Orsolini, ma da posizione di offside. Una rete i rossoblù l’avrebbero anche meritata. Migliore in campo dei rossoblù? Senza dubbio Nicola Sansone. Resta comunque una dignitosa prestazione, migliore di quella di Altach e con un gioco più incisivo e meno impacciato. Peccato per due uscite palla a terra sbagliate, ma tutto sommato il test può essere giudicato positivamente, soprattutto alla luce delle tante assenze.

Secondo match

—  

Seconda partita meno indicativa. Nel primo tempo da 30 minuti spazio a Bardi, Mbaye, Medel – al posto di Denswil che era annunciato in formazione – Binks e Khailoti in difesa, Baldursson, Kingsley e Dominguez in mediana, Pagliuca, Van Hooijdonk e Cangiano davanti. Nel Liverpool qualche riserva ma anche Alisson, Firmino, Fabinho, Shaqiri e Oxlade Chamberlain in campo. Al 14′ verticale di Shaqiri per Minamino che trova la stoccata vincente al volo. Partita che nel primo tempo non ha molto da segnalare tranne una girata di Van Hooijdonk deviata, mentre Firmino spreca di testa incredibilmente il raddoppio. Nella seconda mezz’ora girandola di cambi con le terze scelte in entrambe le formazioni. Van Hooijdonk salva sulla linea un colpo di testa di Origi, poi Medel regala un rigore ma sempre Origi lo spedisce sul palo. Davanti il Bologna si fa vedere poco o nulla, ma in campo non c’è la qualità necessaria. Troppi giovani, esattamente come nel Liverpool. Due a zero e uno a zero dunque le sconfitte del Bologna. Domenica il Pordenone.


Fonte originale: Leggi ora la fonte