Ucraina: Virtus Scherma Bologna accoglie 16 sciabolatori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Continua l’impegno della Virtus Scherma Bologna in favore degli atleti ucraini. Dopo aver accolto nelle scorse settimane sei schermitori della nazionale ucraina juniores, questa mattina la società ha presentato il progetto ‘Settanta mi dà tanto’, che prevede – con il contributo della Città metropolitana e di alcune associazioni e aziende del territorio – l’accoglienza di 16 sciabolatrici e sciabolatori di alto livello.
    “Offriamo non solo rifugio lontano dai teatri di guerra, ma anche un ambiente di allenamento che permetta loro di continuare con i lavori di preparazione agonistica – scrive la società in una nota – la Virtus Scherma si fa inoltre carico della gestione di tutte le pratiche logistiche per permettere agli ospiti di partecipare alle gare di coppa del mondo in programma”.
    Presenti alla conferenza stampa, oltre all’assessora bolognese allo Sport, Roberta Li Calzi, anche il campione di sciabola, Luigi Samele, e la schermitrice ucraina Olga Kharlan, che ha spiegato come i centri di allenamenti nel suo Paese sono stati distrutti e che il gesto di solidarietà della Virtus lascerà dei segni di riconoscimento negli anni a venire. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte