Trump non si arrende e spunta una ‘taglia’ da 1 milione per avere prove sui brogli

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

“Vinceremo”, “We will win” in lettere tutte maiuscole. Lo twitta Donald Trump allegando al suo cinguettio un video dei suoi fan. Secondo indiscrezioni, il presidente si è riunito nelle ultime ore con i suoi collaboratori per definire la strada andando avanti. Trump non ha ancora concesso la vittoria. E sulla stessa linea pare essere anche la consorte Melania segue le sue orme. Sempre secondo indiscrezioni riportate da Cnn, infatti, la first lady non avrebbe ancora contattato Jill Biden. E i suoi appuntamenti per i prossimi giorni non lascino intravedere alcun cambio, con Melania impegnata nelle sue riunioni giornaliere e nella pianificazione delle prossime festività.

Intanto “non ci sono indicazioni di frodi elettorali” in Georgia stando a quanto afferma il segretario di Stato della Georgia, Brad Raffensperger, in un’intervista a Cnn. Lo stato provvederà al riconteggio manuale dei voti, visto lo scarto ridotto fra Joe Biden e Donald Trump. Per Raffensperger comunque il riconteggio non dovrebbe cambiare il risultato del voto, che vede al momento Biden avanti di 14.000 preferenze.

“Ci è voluto molto tempo! Perché al North Carolina ci vuole così tanto? Stanno cercando altre schede?”. Lo twitta Donald Trump allegando il cinguettio dell’Associated Press in cui si concede al presidente la vittoria in Alaska. “Con il riconteggio vinceremo anche la Georgia. Pennsylvania e Michigan non hanno consentito agli osservatori di entrare nelle stanze dove si scrutinavano le schede. Illegale!”, aggiunge il presidente.

La mancata concessione della vittoria da parte di Trump a Biden sta bloccando, per ora, l’accesso al presidente-eletto ai messaggi dei leader stranieri giunti al ministero. Lo riporta Cnn citando alcune fonti, secondo le quali per tradizione il Dipartimento di Stato facilita le comunicazioni con il presidente-eletto. Ma il fatto che il presidente in carica Donald Trump non abbia ancora accettato la vittoria di Biden fa sì che i messaggi non siano stati ricevuti dal presidente-eletto.

Sulla questione elettorale americana interveniene anche Mosca. Il sistema elettorale col quale viene scelto il presidente americano è “probabilmente il più arcaico” e “distorce significativamente la volontà della popolazione” secondo il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov, ripreso dalla Tass. La vittoria del democratico Joe Biden alle presidenziali Usa è contestata dallo sconfitto Donald Trump, e Putin non si è ancora congratulato con Biden perché – spiega il Cremlino – aspetta prima i risultati ufficiali delle elezioni presidenziali Usa.

Il presidente uscente Trump, secondo Axios che cita una fonte a conoscenza dei piani del presidente in maniera dettagliata, starebbe per lanciare un nuovo canale digitale online con l’obiettivo di “affondare” e sostituire Fox News, la tv di riferimento dell’elettorato conservatore che oggi sembra avergli voltato le spalle, almeno in parte. Trump si era irritato con la Fox per i suoi sondaggi (a lui sfavorevoli) e le sue interviste ad esponenti dem ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso e’ stata l’assegnazione dell’Arizona a Joe Biden.

Nelle ultime ore Trump, del resto, ha portato avanti la sua offensiva contro la Fox twittando in modo compulsivo. Nelle sue raffiche di cinguetti ha ritwittato le critiche di molti suoi supporter contro la tv di Murdoch, da cui si sente tradito, e il sostegno ad altre tv conservatrici considerate una valida alternativa, come NewsMax e One America News Network (Oann). Newsmax è un sito di notizie e opinioni americano conservatore fondato da Christopher Ruddy nel 1998 e gestito da Newsmax Media: appoggia chiaramente il presidente. Oaan è invece un canale via cavo di estrema destra pro Trump, fondato da Robert Herring Sr. e di proprietà di Herring Networks, lanciato nel 2013.

Il vice governatore del Texas, un politico ultra-conservatore, ha offerto un milione di dollari a chi sarà in grado di fornire le prove di brogli e frodi elettorali. Secondo quanto riportato dai media, Dan Patrick sta offrendo la somma di denaro per “incentivare, incoraggiare e premiare” i cittadini che forniscono le prove di brogli, anche se Donald Trump ha battuto Joe Biden in Texas per quasi 650.000 voti. “Sostengo gli sforzi del presidente per identificare le frodi nelle elezioni e il suo impegno a garantire che ogni voto legale sia conteggiato e ogni voto illegale sia reso nullo”, ha spiegato Patrick in una dichiarazione ad ABC13 ad Austin. Il politico aveva scatenato polemiche a marzo per i suoi commenti sul coronavirus, dicendosi convinto che gli anziani avrebbero preferito morire per il Covid piuttosto che permettere alla pandemia di danneggiare l’economia.


Fonte originale: Leggi ora la fonte