Torna Visioni Italiane, vetrina cinema italiano indipendente

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – BOLOGNA, 22 OTT – Dopo otto mesi di stop riprende il
viaggio la 26/a edizione di ‘Visioni Italiane’ in programma dal
26 ottobre al 3 novembre al Cinema Lumière della Cineteca di
Bologna.
    La storica vetrina del cinema italiano indipendente, capace
di scovare quelli che diventeranno gli autori del futuro, torna
con i suoi concorsi dedicati ai corto e mediometraggi di fiction
e ai documentari, e raccoglie, attraverso incontri e tavole
rotonde, gli autori più sensibili del panorama contemporaneo.
    Visioni Italiane è promosso dalla Cineteca di Bologna, con il
contributo del Ministero dei Beni e delle Attività
Culturali-Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Emilia-Romagna e il sostegno di alcuni sponsor. Il programma ai lavori in concorso affianca molti eventi
speciali, tra i quali Uberto Pasolini con l’anteprima del suo
nuovo film Nowhere Special; Gianni Amelio con il restauro del
suo film d’esordio nel 1970, La fine del gioco; Alice Rohrwacher e lo street artist Jr presentano in anteprima il loro cortometraggio a quattro mani, Omelia contadina, dal 2 novembre nelle sale italiane grazie alla Cineteca di Bologna,
che lo distribuisce assieme al restauro di Accattone di Pier
Paolo Pasolini.
    Molte anche le anteprime tra cui Maternal di Maura Delpero,
La voliera di Bagya D. Lankapura (Premio Gianandrea Mutti-Il
cinema migrante), La guaritrice di Mohamed Zineddaine, Allons
Enfants di Giovanni Aloi, Life as a B-Movie: Piero Vivarelli di
Fabrizio Laurenti e Nick Vivarelli, Est-Dittatura last minute di
Antonio Pisu. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte