Torino: estorsione sindaca, Pasquaretta a giudizio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – TORINO, 23 FEB – È terminata con il rinvio a
giudizio di tutti gli imputati l’udienza preliminare del
procedimento che fra gli episodi contestati annovera una
presunta estorsione ai danni della sindaca Chiara Appendino e
dell’ex viceministro Laura Castelli. Il processo si aprirà in
tribunale a novembre.
    Al centro della vicenda figura l’ex portavoce della sindaca,
Luca Pasquaretta. Secondo l’accusa del pm Gianfranco Colace,
dopo lo scioglimento consensuale del rapporto di collaborazione,
nell’estate del 2018 avrebbe minacciato rivelazioni all’autorità
giudiziaria per ottenere altri incarichi lavorativi. Pasquaretta
ha sempre respinto ogni accusa.
    La sindaca Appendino e l’ex viceministro Castelli non si sono
costituite parte civile. L’episodio rientra in un’inchiesta più
vasta in cui sono presi in esame anche altre vicende con
imputati diversi. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte