Terza dose vaccino Covid: le regole. «Chi è vicino ai 5 mesi può prenotare»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Cittadini in fila per la terza dose del vaccino contro il Covid (LaPresse)
Cittadini in fila per la terza dose del vaccino contro il Covid (LaPresse)

Terza dose di vaccino già dopo 5 mesi dal completamento del ciclo primario e non più, come previsto fino a ieri, dopo 6. Anche l’Emilia-Romagna ha recepito le indicazioni del ministero della Salute e ha trasmesso ieri alle aziende sanitarie le indicazioni operative per mettere a punto la macchina organizzativa.


La prenotazione e l’appuntamento

Le aziende sanitarie invieranno un sms contenente la data, l’orario e il luogo di prenotazione della seduta vaccinale anche se restano attive per i cittadini le possibilità di prenotare attraverso i Cup, il Fascicolo sanitario elettronico e gli altri canali web o telefonici previsti dalle singole Ausl. Il messaggio indicherà anche come richiedere il cambio o la disdetta della prenotazione fatta. Le prenotazioni per la terza dose sono aperte come noto a tutti i cittadini dai 40 anni in su e per chi, a prescindere dall’età, sia stato vaccinato con Johnson & Johnson. Prenotazioni aperte, a prescindere dall’età, anche per tutto il personale sanitario, sempre nel rispetto dei tempi previsti. Per tutti, la condizione per prenotarsi è di essere in prossimità della scadenza del periodo di almeno 5 mesi dal completamento del ciclo primario.

Gli hub e il cambio di data

Ovviamente ogni azienda sanitaria avrà le sue modalità di prenotazione. «Non abbiamo un portale regionale come altre regioni, ma ogni azienda ha il suo che tiene conto delle indicazioni regionali — spiega il direttore generale dell’Ausl di Bologna Paolo Bordon —, quindi chi è in prossimità dei 5 mesi può prenotarsi». I canali sono agli sportelli Cup, il numero verde (800 884888), il Fascicolo sanitario, Cup web e l’app ER—Salute. «In prossimità — precisa — significa un paio di settimane prima: se maturo i requisiti in gennaio devo chiamare dopo la metà di dicembre e non adesso. Gli sms li manderemo prioritariamente agli anziani». E se qualcuno aveva già prenotato la data per il richiamo tenendo conto dei 6 mesi? «Può modificare la data ma non è detto che riesca a trovare spazio prima della data che gli era stata assegnata. Comunque il cambio è sempre possibile». In alcune regioni gli hub vaccinali sono aperti senza prenotazione per chi fa la terza dose. «Noi lo valuteremo strada facendo — aggiunge Bordon —, abbiamo fatto tantissime iniziative ad accesso libero. Magari ne avessimo di nuovo bisogno, al momento non vedo una gran corsa a fare la terza dose. Abbiamo previsto due hub principali alla Fiera e a Casalecchio e pensiamo che saranno sufficienti».

«Accelerare sulla terza dose»

Nella comunicazione inviata alle aziende sanitarie, la Regione le invita infine ad accelerare la somministrazione della terza dose per gli ospiti e gli operatori delle case residenze per anziani e nelle residenze sanitarie assistenziali, senza dimenticare chi è in assistenza domiciliare o è impossibilitato a muoversi da casa. «Andranno sensibilizzati anche gli stranieri non iscritti al Servizio sanitario nazionale e le persone più fragili e maggiormente a rischio di esclusione sociale — conclude la Regione —. Per loro occorrerà, se necessario, coinvolgere associazioni, servizi assistenziali, enti locali».

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

25 novembre 2021 (modifica il 25 novembre 2021 | 07:55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte originale: Leggi ora la fonte