Stadio- Soriano, faro del Bologna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

C’è poco da fare: quando gira lui, tutto il gruppo gira meglio, vedi la partita con il Cagliari. Gol, quarto in campionato e attuale capocannoniere rossoblù, e assist.

Seppur per Sinisa nessuno sia “insostituibile e anche Roberto può andare in panchina”, al momento l’italo-tedesco appare il meno insostituibile di tutti, quello che accende le partite, anche quando il Bologna perde. L’anno scorso Soriano ha toccato quota 5 gol in 29 partite e in 28 match i felsinei non hanno perso, mentre quest’anno solo contro il Sassuolo un suo gol è stato inutile ai fini del risultato. A ventinove anni è diventato un giocatore maturo, che cerca di strappare una convocazione al ct Mancini ma che per il momento si accontenta del Bologna e di avere come mister Mihajlovic. Il serbo con lui ha fatto un patto: resistere alle difficoltà, trascinare la squadra e dare tutto, magari un giorno finirà in panchina, molto difficile, ma al momento il suo posto è il campo e Sinisa lo sa bene.

Fonte-Stadio

<!–

–> <!–

–>


Fonte originale: Leggi ora la fonte