Siccità: Casellati, va evitato che diventi deserto economico

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(ANSA) – ROVIGO, 05 AGO – “Se mancano il grano e il mais noi
dobbiamo rivolgerci ad altre economie. La siccità oggi non è
soltanto un problema sulle spalle degli agricoltori, è sulle
spalle di tutte le famiglie che quando vanno al supermercato si
trovano i prezzi degli alimentari aumentati di oltre il 10%;
quindi noi dobbiamo assolutamente impedire che la siccità si
trasformi in un deserto economico”. Lo ha detto stamane la
presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, che
oggi in Polesine, a Crespino (Rovigo), su invito di
Confagricoltura, ha preso visione della drammatica situazione
della coltivazioni dovuti alla siccità. “Sono qui – ha detto la
presidente di Palazzo Madama – per raccogliere l’allarme degli
agricoltori, per toccare con mano i danni della siccità in
questo territorio sempre stato fertile, un granaio del Veneto”,
ha aggiunto la presidente del Senato. “Lo Stato — ha
sottolineato Casellati – ha il dovere di andare incontro a
questa grave emergenza, non solo integrando il reddito che è
mancato agli agricoltor, ma anche facendo un piano che investa
su opere irrigue, sugli invasi e sul sistema di canalizzazione.
    Occorre che con queste misure si garantisca agli agricoltori che
l’acqua ci sia sempre e non si debba dire che l’acqua deve
arrivare dal cielo”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte