Scuola:superiori,da oggi possibile più dad e ingresso dopo 9

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 21 OTT – Prima giornata di applicazione del
Dpcm e della conseguente circolare del ministero dell’Istruzione
per le scuole superiori italiane. Da oggi infatti, laddove vi
siano situazioni di criticità, nelle scuole superiori possono
essere adottate maggiori forme di flessibilità, con orario
d’ingresso dei ragazzi a scuola non prima delle ore 9 e un
ricorso maggiore alla didattica a distanza. Le novità devono
intervenire previa comunicazione al Ministero dell’istruzione da
parte delle autorità regionali, locali o sanitarie delle
situazioni critiche e di particolare rischio riferite agli
specifici contesti territoriali.
    Per quanto riguarda invece la scuola dell’infanzia, la scuola
primaria e la scuola secondaria di primo grado, nulla cambia.
    Intanto alcune Regioni stanno prendendo provvedimenti. Da
lunedì nelle scuole superiori della Liguria si passerà, a parte
per le prime classi, alla didattica a distanza a rotazione per
il 50% degli studenti. Anche in Piemonte la Regione introduce
l’obbligo per le classi dalla seconda alla quinta della scuola
secondaria di secondo grado, di seguire per almeno il 50% dei
giorni la didattica digitale a distanza, in alternanza con la
presenza in aula. ln Puglia il presidente della Regione Puglia
Michele Emiliano ha inviato al ministero dell’Istruzione una
lettera in cui chiede di “adottare immediatamente” forme “flessibili di attività didattica nelle scuole superiori”
altrimenti saranno messi in atto a livello locale “provvedimenti
emergenziali”. In alcune Regioni – come la Sardegna, la Toscana,
la stessa Puglia – le aziende di trasporto si stanno attrezzando
per un incremento di mezzi e corse al servizio delle scuole. In
Campania Il governatore De Luca ha autorizzato da lunedì la
riapertura delle scuole elementari. Restano chiuse nella regione
medie e superiori. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte