San Mauro Pascoli, nasce la Casa della musica accanto alla dimora del poeta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
La casa del Pascoli (foto ministero dei Beni culturali)
La casa del Pascoli (foto ministero dei Beni culturali)

San Mauro Pascoli e l’associazione Amici della musica avranno una nuova casa, una Casa della musica appunto, dove la quasi centocinquantenaria banda potrà continuare la propria attività e dove gli studenti della scuola di musica potranno seguire le orme dei propri maestri e dei tanti predecessori che sono riusciti a viaggiare per il mondo con il proprio strumento in mano.


Un’area di 5mila metri quadrati

La dimora, che verrà inaugurata ufficialmente lunedì 25 ottobre, sarà all’interno dell’ex casa di riposo del paese, restaurata e riqualificata in soli tre anni. Ma è l’intero compendio Domus Pascoli a essere al centro di un progetto di nuova vitalità: composto appunto dai locali che diventeranno il cuore pulsante della musica; dalla casa natale, già monumento nazionale, del grande poeta e letterato Giovanni Pascoli; dal parco delle Rimembranze e dalla scuola dell’infanzia, l’intero complesso è stato acquisito a patrimonio comunale solo dal 2018, con l’impegno di riqualificare il tutto nell’arco di 20 anni. In questi primi tre anni si è riusciti a dare nuova linfa all’ex gerontocomio che ospiterà appunto la Casa della Musica, ma lo sguardo dell’amministrazione sta già puntando ai lavori futuri per l’intera superficie di quasi 5.000 mq. Fin da subito, del resto, con il passaggio dall’agenzia del Demanio al Comune, si è iniziato a parlare di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso un centro polifunzionale e un percorso museale didattico dedicato alla divulgazione della storia di un poeta che ha lasciato le proprie tracce sui libri, ma anche nella toponomastica (e non solo) della città.

Finanziamenti per banda e scuola di musica

«Un buco nero del centro storico sta davvero riacquistando la luce», ha annunciato la sindaca di San Mauro Pascoli, Luciana Garbuglia, nel corso del Consiglio comunale dello scorso 30 settembre, momento nel quale è stata approvata la delibera di concessione della struttura all’associazione Amici della musica con spostamento dunque della sua sede, oltre che di aggiornamento dei contribuiti a lei destinati. La banda, infatti, è nata nel 1872 e, in occasione delle celebrazioni dell’anno prossimo, si stanno già organizzando eventi e concerti: per questo si è deciso di accordare «un contributo straordinario per il 2022» da parte del Comune, ha aggiunto ancora la sindaca Garbuglia, finanziamenti che però non andranno solo ed esclusivamente alla banda, ma anche all’intera scuola di musica e ai suoi oltre cento studenti. «L’associazione è sempre stata parte integrante della comunità e dell’amministrazione già prima della guerra. Poi, pian piano, questa sovrapposizione si è un po’ allentata, ma è indubbio quanto sia ancora un presidio culturale centrale per la comunità», ha concluso.

L’inaugurazione il 25 ottobre

L’intervento di recupero è stato realizzato dallo studio di architetti Cumo, Mori, Roversi di Rimini, che ha curato anche la direzione dei lavori. Il costo è stato di 880 mila euro, sostenuto grazie al finanziamento del ministero dei Beni culturali: un impegno davvero massiccio che ha permesso al Comune di non doversi accollare spese se non, in parte, «alcune per elementi accessori». L’inaugurazione ufficiale, con concerto all’aperto della banda, sarà lunedì 25 ottobre alle 15 alla presenza, molto probabilmente, al fianco della prima cittadina, del presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Gli inviti, ovviamente, sono andati anche ai rappresentanti dei ministeri sostenitori, indispensabili nel ridare vigore a un edificio non più in uso da oltre trent’anni.

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

20 ottobre 2021 (modifica il 20 ottobre 2021 | 21:14)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte originale: Leggi ora la fonte