Repubblica-Sinisa ed Eusebio quel derby senza tempo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Due personaggi diversi. Uno, Di Francesco, è un’esecuzione sempre in bemolle, un mezzo tono sotto. Con le spalle strette e basse lui non parla, sibila. L’altro, Mihajlovic, è una suonata al piano senza tasti neri. Il petto in fuori sempre, qualunque sia la vicenda proposta dalla vita.

Dal 1991, 27 scudetti su 29 sono finiti sempre alle tre squadre, le più ricche e potenti d’Italia, eccezion fatta da Roma e Lazio. Eusebio e Sinisa c’erano, seppur già all’epoca erano distanti per non dire opposti. E adesso li ritroveremo l’uno contro l’altro, rivali senza nessuna voglia d’esserlo, ciascuno a modo suo, convinti che la bellezza del calcio alla fine è negli incontri che facciamo.

Fonte-Repubblica

<!–

–> <!–

–>


Fonte originale: Leggi ora la fonte