Repubblica – Le nazionali sono un rischio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Repubblica si domanda quanto valesse la pena, in periodo di pandemia, effettuare la sosta per le nazionali. Il Bologna da oggi sino a mercoledì dovrà fare a meno di 11 calciatori. A Casteldebole, quindi, sono rimasti in 10 a disposizione e 7 in infermeria. La lista degli infortunati è già ampia e si spera che non si allunghi.

Il Bologna, nella scorsa sosta, perse per infortunio Skov Olsen che ancora non ha una data di rientro. Oltre al rischio infortuni, c’è il rischio legato al Covid-19 e i rossoblù, insieme all’Udinese, sono l’unica squadra a non aver avuto ancora calciatori positivi. Il Bologna ha diversi giocatori sparpagliati per il mondo, in 10 nazionali diverse e impegnati in 22 partite in programma in 3 continenti e 17 stati differenti.

Fonte: Repubblica

<!–

–> <!–

–>


Fonte originale: Leggi ora la fonte