Piotta, “Suburra” il mio album più difficile

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Non è stato semplice realizzare un intero disco ispirandomi a una serie e raccontare i suoi personaggi”. Parla così Tommaso Zanello, in arte Piotta, di “Suburra – Final Season”, il nuovo album già disponibile sulle piattaforme digitali, scritto appositamente per la colonna sonora originale della terza stagione di “Suburra”, atto finale della serie originale italiana Netflix, prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios – in associazione con Bartlebyfilm. “Forse è stato il mio disco più difficile, mi sono messo completamente in gioco, ma sono soddisfatto di come le dieci tracce riescano a trasmettere i chiaroscuri di Roma che emergono nella storia”.
    Per la prima volta non sarà presente una traccia unica, ma un brano per ogni puntata, ognuno dedicato a uno dei personaggi principali, da Aureliano a Spadino, da Cinaglia a Samurai, da Angelica e Nadia a Manfredi. “L’amore che nutro per la Capitale ha contribuito sicuramente allo sviluppo di questa esperienza, la musica poi ha fatto il resto: ballad, suite electro e arie cinematografiche”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte