Petrucci, ‘Riforma penalizza sport, Giunta Coni alzi voce’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(ANSA) – ROMA, 17 NOV – “Sono realista, ma più passa il tempo
e più non comprendo perché si voglia insistere su una riforma
che penalizza il mondo dello sport, uno dei settori in Italia
che funziona meglio, e crea disorientamento più che aiutarlo. Mi
auguro che la Giunta del Coni di oggi alzi la voce: questa
riforma non deve passare”. Lo dice Gianni Petrucci, appena
rieletto alla guida della Federbasket.
    “La centralità del Coni è sacrosanta – prosegue il numero uno
della Fip – lo dimostrano questi ultimi mesi in cui c’è stata
solo confusione e un vuoto assoluto. Lo sport deve tornare
unito, per questo mi unisco al Coni di Giovanni Malagò e Carlo
Mornati perché oggi c’è il caos e non sappiamo a chi rivolgerci.
    Non abbiamo bisogno di sogni, ma di splendide realtà”. “Oggi noi del basket – conclude Petrucci – che siamo stati
dei precursori dai playoff in giù, dobbiamo essere anche i primi
a sostenere il Coni. Malagò sta portando avanti tutto con grande
sacrificio e ha un cuore d’acciaio: io voterò per lui e lo dico
a voce alta perché lo merita, ha ottenuto una Olimpiade e si è
sempre comportato bene”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte