Pechino Express ai ‘Pazzeschi’, Cabello “la mia rinascita”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Il fattore c. è l’unica cosa che fa la differenza. Un passaggio o un’indicazione sbagliata possono determinare le sorti del viaggio. Sono una discreta rompiballe”.
    Parola di Victoria Cabello che con l’amico da oltre 20 anni Paride Vitale forma la coppia ‘I Pazzeschi’ che ha trionfato a Pechino Express, la prima edizione Sky, una produzione Sky Original realizzata da Banijay Italia. Un’ultima tappa faticosa come del resto lo sono stati tutti i 7000 chilometri di questo viaggio che si è concluso al Roof dell’Emirates Grand Hotel di Dubai.
    La coppia ha battuto di un soffio ‘Mamma e Figlia’ Natasha Stefanenko e Sasha Sabbioni, mentre ‘Gli Sciacalli’ Aurora Leone e Fru sono arrivati terzi. Condotto da Costantino Della Gherardesca ed Enzo Miccio, il reality conferma il successo di questa edizione e segna il miglior ascolto stagionale: 474.000 spettatori medi e il 2% di share. Una coppia, i ‘Pazzeschi’, che ha funzionato perché salda come solo le grandi amicizie sanno essere: “Vittoria – dice Vitale nel corso della conferenza stampa – era un segugio, nessuno delle persone che fermavamo, perfetti sconosciuti, riusciva a dirle ‘no’, per un passaggio in macchina o per farsi ospitare una notte”. Cabello, regina della tv con il suo stile, la sua frangetta e parlantina, lui re degli eventi e imprenditore, sono diventati gli amici che tutti vorrebbero. Alla finale erano arrivati assieme alla super favorite: Natasha Stefanenko e sua figlia Sasha Sabbioni.
    Puntata dopo puntata hanno attraversato la rotta dei sultani divertendosi e divertendo anche chi li seguiva nonostante le difficoltà. Cabello, implacabile nella ricerca di passaggi in autostop (è riuscita a farsi portare ovunque) e instancabile.
    Vitale, una sorta di tranquillante in grado di diffondere serenità in ogni contesto, anche il più estremo.
    Stefanenko commenta: “Io ho vinto come mamma. Avevamo già un bel rapporto con mia figlia, ora ho scoperto una nuova Sasha. Ho un’autostima pazzesca dopo Pechino. E’ stata un’esperienza fisicamente stancante. Ci siamo mostrate senza filtri. Eravamo complici”. Dopo aver visitato e gareggiato in Turchia, Uzbekistan, Giordania e, appunto, Emirati Arabi, si è chiusa così l’avventura di quest’anno, al termine di una tappa tutta di corsa tra i grattacieli e le attrazioni di Dubai: dalla Palm Tower ad Al Bastakiya, da The Green Planet fino alla Emirates Tower, uno dei colossi verticali simbolo dello skyline di Dubai.
    Tra le prove nel suk della città e un viaggio nella foresta pluviale, nella grotta dei pipistrelli e nella vasca dei piranha. I trionfatori hanno devoluto interamente il montepremi finale a sostegno di Medici Senza Frontiere, ong che opera con i suoi volontari nei Paesi visitati da questa edizione”.
    Cabello sottolinea l’importanza di Pechino Express nella sua carriera: “Ho fatto di tutto in tv, tanti programmi, ho intervistato grandi personaggi, ho fatto cinema. E addirittura Sanremo, ma anche X Factor una volta. Pechino è la cosa che mi ha fatto divertire di più, soffrire di più, crescere di più.
    Sono disperata perché non lo farò il prossimo anno. E’ un’esperienza straordinaria, viaggiare in quel modo. Lavorare con un gruppo di professionisti, di autori ‘pazzi’… è stato quello che mi ha fatto venire voglia di tornare in tv”. Sul futuro dice: “Ho riscoperto me stessa. La malattia e tutto quello che era successo ovviamente hanno modificato le mie sicurezze. Per un lungo periodo sono stata anche immobilizzata a letto. Prima di partire nutrivo dubbi, senza Paride non l’avrei fatto. Devo dire che, per me, è stata una rinascita. Mi sento la Vittoria di vent’anni fa quando lavoravo a Mtv, con quello spirito, è stato bellissimo (e qui si commuove più volte, ‘Paride dammi una sberla che faccio la figura della scema’, ndr)”. Quindi prosegue: “Mi ha ricordato perché amo fare questo lavoro, perché ho iniziato. Sono pronta a ripartire. Mi piacerebbe riprendere, ovviamente con Sky stiamo chiacchierando.
    Mi piacerebbe proseguire nel mondo viaggi, magari facendo qualcosa insieme a Paride”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte