Nokia al primo posto per i brevetti essenziali sul 5G

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – MILANO, 04 MAG – Nel suo studio ‘5G Standard
Essential’, pubblicato ad aprile, la società di analisi
indipendente PA Consulting ha concluso che Nokia è il numero uno
per la proprietà dei brevetti base su tecnologia 5G. Si tratta
della seconda rilevazione consecutiva da parte di PA Consulting
che pone Nokia al primo posto per l’ottenimento di proprietà
intellettuali inerenti lo sviluppo e l’applicazione della
tecnologia 5G a livello globale. Lo studio precedente si era
svolto nel 2019. A differenza di molte altre ricerche, quella di
PA ha indagato quanti brevetti sono realmente utili
all’affermazione del 5G, andando oltre una mera classificazione
numerica. Jenni Lukander, Presidente di Nokia Technologies, ha
dichiarato: “Questi risultati indipendenti riflettono il
contributo significativo che Nokia offre allo sviluppo di
standard di settore, il continuo investimento in ricerca e
sviluppo e la forza del portafoglio di brevetti. Lo studio
ricorda anche che è necessario considerare non solo il numero di
brevetti ma anche la qualità, quando si valuta l’ampiezza dei
progetti su carta”. Ad oggi, Nokia ha investito oltre 130
miliardi di euro in R&D dal 2000, raggiungendo più di 20.000
brevetti, compresi i circa 3.500 sul 5G. Gran parte del lavoro
di analisi e progettazione della compagnia avviene all’interno
dei Nokia Bell Labs, con sede principale nel New Jersey. Nel
corso degli anni, nei Labs sono nati il sistema operativo UNIX e
i linguaggi di programmazione C e C++. I risultati ottenuti nei
laboratori hanno portato al raggiungimento di sette premi Nobel.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte