Modena, l’ultimo saluto a Giulia, morta a 16 dopo il secondo vaccino

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Tanti amici e parenti hanno voluto dare l’ultimo saluto a Giulia
Tanti amici e parenti hanno voluto dare l’ultimo saluto a Giulia

Tutta la comunità di Bastiglia (Modena) si è raccolta nel pomeriggio di martedì per dare l’ultimo saluto a Giulia Lucenti, 16 anni, morta lo scorso 8 settembre, all’indomani della seconda dose del vaccino Pfizer.


L’esposto in procura

Il giorno del dolore per amici e genitori, che restano in attesa dell’esito dell’autopsia eseguita lunedì mattina dopo la richiesta avanzata dalla famiglia tramite il loro legale Pier Francesco Rossi che ha presentato un esposto in Procura.Giulia era affetta dalla nascita da un prolasso alla valvola mitralica, condizione per la quale la vaccinazione è consigliata. Mercoledì scorso era stata trovata priva di sensi sul divano di casa. La mamma, Oxana, operatrice sanitaria, ha riferito «le ho praticato il massaggio cardiaco fin da subito mentre ero al telefono con la centrale operativa del Suem 118 e chiedevo agli operatori, urlando, di fare presto». La stessa Ausl ha promesso un’indagine scrupolosa. A Bastiglia, piccolo paese in provincia di Modena, era lutto cittadino, come deciso dalla sindaca Francesca Silvestri, presente al funerale. Tantissime le persone presenti, amici e compagni della ragazza. L’invito era di vestirsi colorati, di portare la gioia in un giorno così triste e così è stato: da una parte il dolore composto dei famigliari di Giulia, dall’altro le lacrime e i singhiozzi degli amici, trattenuti a fatica dentro le mascherine. A celebrare la messa don Mario Zaras che ha ricordato Giulia con parole di commozione. Al termine della cerimonia decine di palloncini colorati sono volati in cielo sulle note dei Coldplay.

14 settembre 2021 (modifica il 14 settembre 2021 | 20:36)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte originale: Leggi ora la fonte