Mihajlovic “sentito Mancini sta bene, il Bologna meno”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(ANSA) – BOLOGNA, 07 NOV – In casa Bologna piove sul bagnato.
    Sinisa Mihajlovic ufficializza l’indisponibilità pure del
terzino sinistro Hickey. Indisponibilità che va ad aggiungersi a
quelle degli infortunati Dijks, Mbaye, Medel, Poli, Sansone,
Santander e Skov Olsen. Quasi un undici titolare: “Aaron ha
avuto un problema, valuteremo se convocarlo o meno, ma non
partirà titolare”. Spazio a Denswil, quindi, sulla fascia
sinistra di difesa. Ma non per scelte tecnica: “Se Hickey non
gioca non sarà per scelta tecnica. Andiamo di male di peggio.
    Saremo gli stessi di una settimana fa con il Cagliari, ma con un
ulteriore uomo in meno”. Non per questo però Sinisa intende partire battuto: “Da quando
sono arrivato con il Napoli ne abbiamo quasi più vinte che
altro. Lotteremo e ci proveremo, abbiamo la nostra identità e la
nostra idea di gioco e cercheremo di farle valere anche contro
una delle squadre più forti d’Italia. Loro hanno le qualità per
vincere le scudetto, ma noi possiamo metterli in difficoltà”.
    E in difficoltà è pure l’Italia, con Mancini contagiato dal
Covid: “L’ho sentito sta bene e questo è quello che conta”.
    Conta pure che i tamponi effettuati venerdì hanno escluso
positività al Covid in casa Bologna, unico club insieme
all’Udinese a non avere giocatori colpiti dal virus. E vista
l’emergenza infortuni, il sospiro di sollievo è d’obbligo.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte