M5s: Casaleggio, Di Battista fondamentale per Movimento

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

 “Alessandro è fondamentale per il Movimento.  E’ una persona che stimo, in grado di portare avanti con coerenza i principi e le battaglie del M5S”. Così Davide Casaleggio in un post dove aggiunge: “Anche grazie a lui e alla sua passione durante questi anni, oggi molti siedono in posizioni importanti nelle istituzioni. Questa sua scelta dimostra per l’ennesima volta l’onestà intellettuale di Alessandro ed è proprio di questa coerenza che ha bisogno il Movimento”. 

E Alessandro di Battista in un post su Facebook spiega: “E’ partita la ‘rappresaglia’ mediatica contro di me dai giornali berlusconiani. Per quale ragione? Per articoli come questo! Qui ho messo in fila fatti. Solo fatti provati e sentenze. Il quadro è da film horror. Soprattutto in virtù del fatto che un partito come Forza Italia (nato con determinati presupposti, con determinate relazioni e con determinati obiettivi), probabilmente, nelle prossime ore, tornerà al governo del Paese”. Di Battista rilancia su Fb un suo articolo, aggiornato, su Tpi in cui attacca Berlusconi e ricorda la “storia della condanna di Dell’Utri”.

E’ partita la “rappresaglia” mediatica contro di me dai giornali berlusconiani. Per quale ragione? Per articoli come…

Pubblicato da Alessandro Di Battista su Venerdì 12 febbraio 2021

 “Rispetto Alessandro Di Battista, la sua storia e quello che ha fatto per il Movimento, ma penso che il sì al governo Draghi sia una scelta responsabile”. Lo afferma la sindaca di Torino Chiara Appendino, eletta tra le fila del Movimento 5 Stelle da cui si è auto sospesa, commentando la scelta di Di Battista dopo il voto di Rousseau sul nuovo governo Draghi. “Spero che un giorno Alessandro possa tornare e fare la sua parte per il Movimento, che credo sia la casa di tutti – aggiunge ai microfoni di Radio Veronica One a margine della presentazione dell’edizione 2021 della corsa Just The Woman I Am – ma c’è stato un voto e penso sia giusto rispettarlo. Io auspicavo questo esito, l’ho anche detto pubblicamente, perché credo che un movimento con tanti rappresentanti in Parlamento debba prendersi la responsabilità di governare. Ora spero che temi come innovazione, ambiente e welfare vengano messi al centro dell’agenda di questo governo e, come sindaca, che le città siano coinvolte in particolare sul Recovery Plan e che queste risorse arrivino presto nelle nostre comunità”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte