Libia: iniziato Forum Dialogo politico di Tunisi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – TUNISI, 09 NOV – E’ iniziato a Tunisi, sotto gli
auspici dell’Onu, il Forum del Dialogo politico libico, che vede
75 invitati di varie circoscrizioni e parti politiche della
Libia ridisegnare gli assetti futuri del Paese, martoriato da
anni di contrapposizioni tra il governo di accordo nazionale di
Tripoli, riconosciuto dall’Onu e il potere incarnato dal
generale Khalifa Haftar, culminate nel caos con il tentativo
fallito del generale di conquistare la capitale.
    “Siamo di fronte a una nuova Libia dopo anni di guerra e
distruzione”, ha affermato la rappresentante speciale del
segretario generale dell’Onu e capo ad interim dell’Unsmil,
Stephanie Williams, in apertura dei lavori aggiungendo “di
essere onorata di parlare a nome dell’Onu e di ospitare questo
dialogo politico libico”. “Ringrazio tutti gli uffici della
presidenza tunisina e dei vari ministeri per questa occasione –
andiamo avanti insieme sul percorso indicato dalla Missione Onu
per dare forza alla volontà del popolo libico. La strada di
questo dialogo non sarà semplice, ma abbiamo raggiunto un
accordo di cessate il fuoco permanente che ha cambiato il clima
in Libia portandoci all’evento odierno”, ha detto Williams.
    L’inviata Onu ha ricordato che questo evento avviene mentre “la Libia e la Tunisia, al pari di tutto il mondo, sono colpiti
dal coronavirus, ma oggi ringraziamo i presenti a questo dialogo
per il loro impegno concreto per arrivare a una soluzione
concordata per porre fine alla crisi”. Williams ha detto di
essere “ottimista” per i colloqui di Tunisi il cui obiettivo è
quello di arrivare a una tabella di marcia per le elezioni nel
paese preda del caos.
    I colloqui riuniscono all’Hotel Four Seasons di Gammarth, 75
partecipanti libici in rappresentanza delle forze rivali: membri
dell’Alto Consiglio di Stato (Tripolitania), del Parlamento di
Tobruk (Cirenaica), nonché partecipanti selezionati dall’Onu
sulla base del criterio di inclusività, al fine di cercare di
uscire dalla crisi politica in Libia.Il Dialogo a Tunisi durerà
6 giorni, ha detto Williams.
    Anche se da Tripoli giungono alcune voci di dissenso riguardo
alla scelta dei partecipanti al Forum, che comunque si sono
anche impegnati a non ricoprire alcun ruolo politico per il
prossimo periodo di transizione, dai lavori di Tunisi dovrebbero
anche uscire i nomi del nuovo consiglio presidenziale,
presidente e due vice presidenti, a rappresentare le tre regioni
della Libia. (ANSA)


Fonte originale: Leggi ora la fonte