La nuova museologia, esce guida per salvare musei del futuro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 11 FEB – I musei del futuro dovranno diventare vere e proprie “piattaforme di benessere esperienziale” senza abbandonare le proprie funzioni istituzionali che li pongono “al servizio della società e del suo sviluppo”. E’ la nuova direzione da percorrere per salvare i musei dalla crisi globale secondo Domenico Piraina e Maurizio Vanni, autori del volume ‘La nuova museologia: le opportunità nell’incertezza. Verso uno sviluppo sostenibile’, che esce per Celid con la presentazione di Massimo Osanna, direttore generale Musei del Mibact e gli interventi di numerosi esperti internazionali di economia, salute, turismo, ambiente e tecnologia. Con la prefazione di Massimiliano Tonelli, direttore editoriale di Artribune e Gambero Rosso e la postfazione a cura di Claudio Bocci, già direttore di Federculture.
    Il manuale esplora con un approccio interdisciplinare le criticità legate all’emergenza sanitaria e illustra i traguardi possibili nel post-Covid. Come trasformare le incertezze del presente pandemico in opportunità future? Quali gli scenari possibili per la cultura e le sue istituzioni? Sono gli interrogativi al centro del libro di Piraina, direttore di Palazzo Reale a Milano e curatore di oltre 1000 eventi in Italia e all’estero e di Vanni, museologo internazionale, già docente in più di 40 università del mondo.
    Dagli ecomusei ai musei integrali, dalla museologia sociale alla museoterapia, dalla Museum Social Responsibility fino alle esperienze in realtà aumentata in ambienti misti reale-virtuale, attraverso numerosi casi di studio, dall’Italia e da tutto il mondo, il manuale affronta le inedite sfide che le istituzioni museali dovranno fronteggiare.
    L’obiettivo è quello di fornire strategie e metodi per rispondere alla flessione economica, al ridimensionamento dei flussi turistici, agli impatti sociali e psicologici della pandemia, senza trascurare l’integrazione del digitale nelle esperienze di fruizione e l’attenzione per l’ambiente.
    La guida è corredata da schemi e modelli ed è arricchita dagli interventi di esperti autorevoli tra i quali Won-Joo Suh, capo della Korean Society of Museum Studies, lo psichiatra Enrico Marchi e di Giuseppe Milano, segretario generale Greenaccord Onlus. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte