Inzaghi: “A Bologna tifosi e dirigenti mi hanno voluto bene”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

La storia tra Bologna e Filippo Inzaghi finì malissimo. Lo 0-4 interno contro il Benevento fu la goccia che fece traboccare il vaso, arrivata dopo mesi di insoddisfazione tra la piazza per i risultati e il gioco espresso da quella squadra, e portò poi all’arrivo di Sinisa Mihajlovic.

Ma l’ex tecnico rossoblù, oggi al Benevento, ha un ricordo positivo di quell’esperienza e della piazza in generale. “Tornare a Bologna è sempre un piacere – ha affermato – al di là di come andò a finire. Penso spesso che senza Bologna non ci sarebbe stato neanche Benevento. D’altro canto i dirigenti e i tifosi rossoblù mi hanno sempre voluto bene, ho sempre avvertito il loro affetto e la loro vicinanza incondizionata. Al di là della sfida di domani sera, ognuno è contento se l’altro fa bene”. Inzaghi ha contribuito poi  a portare in rossoblù giocatori che continuano a far parte del progetto attuale, come Sansone e Soriano. “Sono felice di aver portato a Bologna calciatori come Soriano e Sansone – ha continuato Pippo – Penso che Soriano sia il calciatore più pericoloso, ma non possiamo pensare solo a un singolo. Abbiamo gli stessi punti dei nostri avversari che erano più accreditati di noi, e all’andata li abbiamo battuti”.

Fonte-Stadio

<!–

–> <!–

–>


Fonte originale: Leggi ora la fonte