Illumia inaugura luminaria Cesare Cremonini davanti a sede

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – BOLOGNA, 11 NOV – Una delle luminarie di Cesare
Cremonini tratte dal brano ‘Nessuno vuole essere Robin’, che
hanno accompagnato lo scorso anno i bolognesi nella via
D’Azeglio pedonale dove visse Lucio Dalla, è esposta da oggi
come installazione permanente su via Carracci, a ridosso della
stazione centrale, davanti alla sede dell’azienda Illumia,
giovane player indipendente nella vendita di energia elettrica e
gas. “…E’ certo che è proprio strana la vita…’ recita la
canzone che Illumia ha deciso di restituire alla città in questo
2020 strano per davvero.
    L’azienda energetica ha raccolto l’invito del cantante
bolognese partecipando ad un’asta benefica a sostegno del
Policlinico Sant’Orsola e di tutto il personale degli ospedali
di Bologna in prima linea per l’emergenza Coronavirus e,
aggiudicandosi una parte delle luminarie di via D’Azeglio, ha
sostenuto il progetto ‘Più forti insieme’ della Fondazione
Sant’Orsola. “Abbiamo voluto restituire questa installazione a
Bologna – spiega il presidente di Illumia, Marco Bernardi – in
un periodo che non dimenticheremo facilmente, è il nostro modo
per abbracciare la città. In un momento così difficile per tutti
ci è sembrato un gesto di condivisione naturale e necessario”.
    Cesare Cremonini ha ringraziato Illumia con un post su
Instagram: “Forse è vero che la musica non ha cambiato il mondo,
ma cambiare il mondo senza musica è impossibile. Grazie alla
generosità di privati e aziende di tutta Italia che acquistando
le luminarie hanno dato un concreto aiuto agli ospedali, agli
infermieri e ai medici di Bologna, abbiamo realizzato una cosa
davvero speciale che mi riempie il cuore”.
    Illumia non è nuova a iniziative di supporto e solidarietà al
territorio, dalla sponsorizzazione della squadra di rugby
composta da detenuti del carcere della Dozza al pranzo di Natale
nella sede bolognese rivolto alle famiglie bisognose. Con un
programma di Corporate Social Responsability che ha contribuito
a far vincere all’azienda il titolo di Welfare Champion di
Generali Italia anche per l’anno 2020, Illumia investe ogni anno
il 2% dell’utile netto su attività di Csr proposte e gestite
interamente dai collaboratori. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte