Il post, rimosso, di Ronaldo (fuori per Covid): «Tamponi? Una c…». Burioni: benvenuto tra i virologi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

«Il tampone è una cazzata». Furia Ronaldo. Il fenomeno si sfoga sui social nel giorno della sfida tra Juve e Barcellona che lui dovrà saltare a causa del Covid.

La speranza di poter essere in campo mercoledì 28 ottobre contro Messi è svanita martedì dopo che i due test effettuati in giornata avevano dato il responso non sperato.

Ancora positivo al coronavirus, quindici giorni dopo il contagio subìto nel ritiro della Nazionale portoghese. Il tanto auspicato tampone negativo entro le ventiquattro ore dalla gara (come richiede la normativa Uefa) non è arrivato.

Leggi anche

Niente Champions League, quindi, per Cristiano che salterà la quarta partita consecutiva. Così questa mattina il portoghese si è fatto vivo su Instagram, postando una foto nella sua villa sulla collina torinese con un sorriso grande così. «Mi sento bene e in forma. Forza Juve!». E poi l’affondo: «Il tampone è una cazzata».

E non potevano non arrivare risposte, anche dalla comunità scientifica. Il virologo Roberto Burioni: «Do il benvenuto nella nutrita schiera dei virologi al collega Cristiano Ronaldo. Sarà utilissimo nella prossima partitella contro gli oculisti».
Tanto che lo stesso Ronaldo, accortosi dell’errore, ha poi cancellato il suo post.

28 ottobre 2020 (modifica il 28 ottobre 2020 | 19:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte