Il Golden Slam riesce a due atleti in carrozzina

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 14 SET – Non solo sono arrivati dove Novak
Djokovic ha fallito, ma la olandese Diede De Groot e
l’australiano Dylan Alcott sono andati ben oltre. Trionfando
nelle rispettive categorie all’Us Open per tennisti in
carrozzina, nello stesso giorno si sono aggiudicati il quarto
Slam della stagione: un titolo che già varrebbe il Grande Slam
sfiorato dal campione serbo ma che, insieme agli ori paralimpici
di Tokyo, significa Golden Slam. Nel paragone con gli atleti
normodotati, soltanto alla tedesca Stefanie Maria Graf con Seul ’88 – riporta il New York Times – era riuscita quest’impresa.
    “Dopo così tanto tempo in viaggio ed essere state ovunque nel
mondo, penso anche che entrambe siamo un po’ stanche. Penso che
lo si possa vedere dalla partita, purtroppo”, ha detto un po’
delusa a fine match, nonostante la vittoria, la 24enne De Groot.
    Ha battuto per 6-3, 6-2 la giapponese Yui Kamiji, che aveva già
sconfitto in Giappone, Australia, Francia e alle Paralimpiadi.
    Il 30enne Dylan Alcott gioca nella categoria ‘quad’, per
atleti con disabilità più grave, che è prevista da soli tre anni
agli Open di Francia e a Wimbledon: per questo il 2021 è stato
il primo anno in cui poter vincere un Golden Slam. Dopo aver
sconfitto il 18enne olandese Niels Vink, 7-5, 6-2, ha
dichiarato: “Tutti in questa stanza mi hanno chiesto, ‘Stai
pensando al Golden Slam?’. Ho detto, ‘No, non mi interessa,’
tutto l’anno. Certo che ci tenevo. È bello non fingere più”.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte