Gualtieri,per pulire Roma arriveranno 150 mezzi e 655 operatori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(ANSA) – ROMA, 30 GIU – “Otto nuove spazzatrici e i primi 53
nuovi assunti che entrano in servizio per potenziare la pulizia
e il lavaggio strade di Ama. Nuovi mezzi, più personale e una
nuova organizzazione delle squadre per proseguire la fase di
cambiamento che abbiamo avviato e raggiungere finalmente una
pulizia piena e adeguata della città”. Così il sindaco di Roma
Roberto Gualtieri. Quando ci siamo insediati abbiamo trovato
quasi la metà della flotta Ama ferma -spiega Gualtieri- In
appena sei mesi abbiamo alzato la disponibilità di mezzi del
16%, portandola al 68%. Abbiamo messo in servizio 300 squaletti
e chiuso una gara per l’acquisto di 150 mezzi pesanti. Oggi, con
queste 88 nuove spazzatrici, sostituiamo mezzi vecchi e ormai
inadatti alla pulizia”. Per quanto riguarda il personale “a
questi primi 53 nuovi operatori se ne aggiungeranno altri 117
entro luglio, ed entro al fine dell’anno contiamo di assumerne e
metterne in servizio complessivamente 655 -spiega Gualtieri-
Negli ultimi 4 anni, sono andate in pensione oltre 1.000 persone
che non sono state mai sostituite: incredibile!”.
    “Siamo determinati ad aumentare in modo significativo il
numero degli operatori impegnati nello spazzamento e lavaggio di
strade e marciapiedi, che entreranno in servizio nel nucleo di
Ama dedicato all’igiene urbana per interventi di pulizia
intensiva in tutti i municipi”. Così il sindaco di Roma Roberto
Gualtieri.
    “Con questi nuovi mezzi e con le squadre composte ciascuna da
15 operatori, 2 spazzatrici, 1 lavastrade e 2 veicoli a vasca,
saremo in grado di intervenire con lavaggio, pulizia e
spazzamento delle vie, organizzandoci in modo integrato con i
municipi per effettuare in concomitanza operazioni di diserbo, e
con il dipartimento ambiente per eventuali interventi su aree
verdi circostanti -aggiunge Gualtieri- Si parte con 3 squadre
che andranno man mano aumentando fino a diventare circa 10, con
le assunzioni a regime”, conclude. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte