Gravina “non si gioca troppo, ritmi sempre uguali”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – REGGIO EMILIA, 15 NOV – “Si gioca troppo? Il ritmo
credo sia sempre lo stesso, ma in questo momento forse si è
esasperati da questa pandemia”. Ha risposto così il presidente
della Figc, Gabriele Gravina a margine di un’iniziativa di
solidarietà all’ospedale Core di Reggio Emilia – dove la
Nazionale scenderà in campo stasera al Mapei Stadium per la
partita contro la Polonia, valida per la Uefa Nations League –
in merito alle polemiche sul numero di partite elevate delle
nazionali piovute da vari addetti ai lavori tra cui anche il
calciatore tedesco Toni Kroos.
    “Posso dire – ha detto Gravina – che dopo questo weekend
concederemo un momento di tregua ai nazionali, visto che non
giocheremo fino a marzo. Ma credo anche che se la Nazionale
rappresenta un patrimonio di questo Paese, in grado di
testimoniare speranza, non dovremmo spegnerla. Anzi, dobbiamo
alimentarla facendo in modo magari di conciliare gli impegni
anche attraverso alcune piccole modifiche di forma laddove possa
essere necessaria”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte