Giro: Prefetto Milano, pubblico non vada in strada domani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(ANSA) – MILANO, 24 OTT – Non ci sono divieti ma, alla luce
dell’emergenza coronavirus, dalla Prefettura di Milano arriva
un fermo invito al pubblico, rilanciato dagli organizzatori del
Giro d’Italia, a non scendere in strada per assistere dal vivo
all’ultima tappa della corsa, una cronometro di 15.7 chilometri
da Cernusco sul Naviglio fino al cuore del capoluogo lombardo,
piazza Duomo.
    Per una volta, di fronte alla crescita di contagi, in
particolare nella metropoli, è meglio rinunciare alla consueta
festa di popolo, come quella di tre anni fa, quando l’ultimo
arrivo a Milano attirò migliaia di appassionati e curiosi lungo
il percorso fino al Duomo.
    “Seguite il Giro in tv”, è in sostanza l’invito lanciato
dagli organizzatori del Giro e in particolare dal direttore di
corsa, Mauro Vegni. Lo condivide anche Rai Sport, con gli
hashtag #stateacasa, #girointv, accogliendo la richiesta del
prefetto Renato Saccone, per altro appassionato di ciclismo, di
tentare di dissuadere il pubblico, durante le trasmissioni sul
Giro, affinché non segua la cronometro in strada. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte