Giro: la Francia vieta l’ascesa dell’Izoard

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – ROMA, 21 OTT – Mauro Vegni, direttore di corsa del
103/o Giro d’Italia di ciclismo, ha ufficializzato la modifica
del percorso della 20/a tappa, originariamente da Alba (Cuneo) a
Sestriere (Torino). La carovana della corsa rosa non affronterà
le salite del Colle dell’Agnello (2.744 metri d’altezza), del
Col de l’Izoard (2.360 metri) e del Monginevro (1.854 metri).
    L’Amministrazione comunale di Briançon ha infatti vietato il
passaggio della corsa a causa dell’emergenza sanitaria in atto.
    In territorio francese le ultime disposizioni vietano gli
assembramenti di più di sei persone. Gli organizzatori hanno
stabilito che i corridori scaleranno per tre volte Sestriere,
dove poi si concluderà la frazione, a quota 2.045 metri: la
prima avverrà da Pragelato, le altre due da Cesana Torinese.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte