Gazzetta – Stallo in Lega sui diritti tv

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

L’assemblea di Lega sui diritti tv si è conclusa con un rinvio.

La partita non è più tra Dazn e Sky, con il primo stra favorito, ma è una sfida che si intreccia con il tema dei fondi, con entrambe le compagini che devono garantire ricchezza e sviluppo al brand del calcio italiano. Le due proposte sono: 840 milioni per 7 partite e 3 in coabitazione che ne valgono almeno altri 70 per Dazn, 750 milioni per tutte le gare su Sky. La maggioranza dei club è con il primo, ma al momento della votazione ufficiale solo alcune società, tra cui Juve, Inter e Milan, spingevano per procedere alle votazioni ufficiali, mentre altri, tra cui Bologna, Torino e Roma, hanno preferito aspettare, per affrontare in futuro questioni tv e fondi come materia unica. Di tempo ce n’è fino al 29 marzo, data in cui scadono le offerte tv, e questo tempo potrà essere preso per valutare ulteriori offerte dai privati.

Fonte-Gazzetta

<!–

–> <!–

–>


Fonte originale: Leggi ora la fonte