G7: “Non riconosceremo frontiere imposte con la forza. Ulteriori sanzioni alla Russia”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il G7 “non riconoscerà mai le frontiere” che la Russia tenta di modificare con la forza. Lo si legge nel comunicato finale della riunione dei ministri degli Esteri.

Il G7 esorta la Cina a “non fare fallire” le sanzioni alla Russia e vuole ulteriori sanzioni che prendano di mira i settori da cui la Russia è “dipendente”, si afferma nella dichiarazione conclusiva della riunione dei ministri degli Esteri. 

“La Russia ha intenzionalmente scatenato una guerra del grano, le consegne non sono possibili e i prezzi stanno salendo, con il rischio di carestia, non sono danni collaterali, è un strategia intenzionale. La Russia sta creando le basi per nuove crisi così che la cooperazione internazionale può essere ridotta”. Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock nella conferenza stampa di chiusura del G7.

“Continueremo ad aiutare l’Ucraina con le armi e con i finanziamenti per tenere in piedi lo Stato”, ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock.


Fonte originale: Leggi ora la fonte