Fed lascia invariati i tassi di interesse fra 0 e 0,25%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

 “La Fed è impegnata a usare tutti i suoi strumenti a sostegno dell’eocnomia americana in questo momento difficile” per promuovere la massima occupazione e la stabilità dei prezzi, si legge nella nota diffusa al termine della due giorni di riunione, la prima dopo le elezioni, in cui si è deciso di lasciare invariati i tassi di interesse fra 0 e 0,25%. 
    “L’attività economica e l’occupazione continuano a riprendersi ma restano ben al di sotto dei livelli di inizio anno”, prosegue la nota nella quale si precisa che la “strada dell’economia dipende in modo significativo dall’andamento del virus. La crisi sanitaria continuerà a pesare sull’attività economica, sull’occupazione e sull’inflazione nel breve termine e pone considerevoli rischi alle prospettive economiche nel medio termine”.
    “Le condizioni finanziarie restano accomodanti, riflettendo in parte le politiche di sostegno all’economia e il flusso di credito alle famiglie e alle imprese”, aggiunge la Fed impegnandosi a mantenere i tassi vicino allo zero fino a quando le condizioni del mercato del lavoro non avranno raggiunto livelli in linea” con l’obiettivo della massima occupazione della banca centrale e fino a quando l’inflazione non sarà salita al 2%. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte