Disperso in Appennino parmense, terzo giorno di ricerche

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Terzo giorno di ricerche sull’Appennino parmense per lo scialpinista di 52 anni di cui non si hanno notizie da lunedì sera. Dopo giorni di maltempo sulla zona di Schia-Monte Caio una schiarita ha permesso un sorvolo aereo con gli elicotteri, fa sapere il Soccorso alpino, ma al momento le ricognizioni sono senza esito.
    Nella mattinata è stata effettuata un’ispezione dall’alto con l’elicottero dei vigili del fuoco mentre in queste ore EliPavullo dopo essere atterrato nei pressi del rifugio di Pian della Giara ha effettuato un veloce briefing con il coordinamento della ricerca ed ha imbarcato un tecnico a bordo per una ricognizione. Nel frattempo continua il lavoro delle squadre territoriali, che – sci ai piedi – continuano con la bonifica e ispezione di boschi e pendii.
    Dell’uomo, un residente di Parma, non si hanno notizie da lunedì pomeriggio quando, dopo avere parcheggiato l’auto nel parcheggio del rifugio di Schia, è salito verso il Monte Caio.
    Le operazioni dei giorni scorsi sono state ostacolate dal maltempo, in particolare da neve e scarsa visibilità. L’allarme era stato dato martedì mattina dalla fidanzata.


Fonte originale: Leggi ora la fonte