Decreto Ristori: Patuanelli, in 12 giorni erogato 1 miliardo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

“Abbiamo cercato di affrontare la crisi economica immediata rispetto alle chiusure sia della prima fase che della seconda: ad esempio, del fondo perduto, spesso denigrato, abbiamo già erogato oltre 1 miliardo soltanto dell’ultima tranche del decreto ristori del 28 ottobre, quindi a distanza di 12 giorni abbiamo erogato oltre un miliardo di contributi a fondo perduto”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli rispondendo in question time al Senato. “Il decreto che ha istituito il fondo perduto per la prima volta ha erogato 6,685 miliardi. Abbiamo previsto altri 2,2 miliardi col decreto ristori e quasi un miliardo col decreto ristori 2”, ha aggiunto.  

“Nei prossimi giorni ai Comuni arriveranno circa 500 milioni di euro, un’altra tranche delle risorse stanziate per far fronte al calo di entrate derivanti dalle misure di contenimento della pandemia”, ha annunciato il viceministro all’Economia Laura Castelli, a margine della Conferenza Stato – Città e autonomie locali che ha approvato “gli Schemi di Decreto interministeriale con i quali vengono ripartiti i Fondi di ristoro per i Comuni, assegnati con i decreti Rilancio e Agosto”. Si tratta di un ristoro per minori entrate per la cancellazione della prima rata Imu (87,60 milioni), per la mancata riscossione dell’imposta di soggiorno o del contributo di sbarco, (310 milioni), e per l’esonero di Tosap e Cosap (102,13 milioni). 

   


Fonte originale: Leggi ora la fonte