Curata dopo principio annegamento, maxi tartaruga libera

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dopo quasi un mese di cure, per un principio di annegamento, la maxi tartaruga ‘Moby Dick’ è stata rilasciata in mare aperto al largo di Marina di Ravenna, grazie a un’operazione congiunta di Guardia Costiera e centro di recupero Cestha.

Moby Dick è un esemplare femmina di Caretta caretta arrivato al centro Cestha il 6 luglio. Una tartaruga molto grande, 71 chili di peso e carapace lungo 79 centimetri. Le sue condizioni non erano delle migliori perché era stata accidentalmente catturata da una rete a strascico, che l’ha costretta sott’acqua impedendole di tornare in superficie a respirare e causandole un principio di annegamento. Grazie al rapido intervento dei pescatori, che hanno contattato il centro, Moby Dick ha avuto cure tempestive ed è tornata al pieno delle sue funzionalità.

A portare al largo e in acque sicure la tartaruga marina la motovedetta CP 274 della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ravenna insieme ai ricercatori del Cestha, e con l’assistenza della motovedetta CP 552 dell’Ufficio Locale marittimo di Cervia. Moby Dick appartiene ad una specie protetta, che riveste un ruolo ecologico molto importante per la biodiversità del Mediterraneo e del Mare Adriatico.


Fonte originale: Leggi ora la fonte