Cosa si può fare e cosa no prima e dopo le 18: ecco la guida

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Coprifuoco nelle Regioni

Chi esce dopo le 18 deve rispettare l’orario di coprifuoco imposto nella propria regione di residenza per il ritorno a casa. Unica eccezione riguarda le « comprovate esigenze» – lavoro, salute, urgenza – che devono essere giustificate con l’autocertificazione.
In Lombardia, Campania, Sicilia il coprifuoco scatta alle 23
Nel Lazio e in Calabria il coprifuoco scatta alle 24

Prima delle 18

Si può andare a scuola, ma per i licei è stata fissata una didattica a distanza al 75%.
Si può andare al lavoro, ma è stato incentivato il ricorso allo smart working
Si può andare a fare jogging e attività motoria all’aperto e nei circoli sportivi
Si può andare al bar, al ristorante, in gelateria e in pasticceria (anche la domenica e nei giorni festivi) ma al tavolo si può stare massimo in quattro persone
Si può andare al supermercato e nei negozi alimentari
Si può andare in farmacia
Si può andare a fare shopping rispettando lo scaglionamento di ingresso nei negozi e all’interno le misure di distanziamento
Si può andare dal parrucchiere e nei centri estetici
Si può andare nei musei ma con ingressi contingentati
Si può andare a casa di amici anche se nel Dpcm «è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza»
Si possono prendere i mezzi pubblici – autobus e metropolitane – anche nel Dpcm «è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi»
Si può uscire dal proprio Comune
Si può uscire dalla propria Regione

Dopo le 18

Si può andare al lavoro, ma è stato incentivato il ricorso allo smart working
Si può andare a fare jogging e attività motoria all’aperto e nei circoli sportivi
Si può ordinare cibo a domicilio fino alle 24
Si può acquistare cibo da asporto fino alle 24 ma è vietato consumarlo sul posto e nelle adiacenze del locale
Si può andare al supermercato e nei negozi alimentari
Si può andare in farmacia
Si può andare a fare shopping rispettando lo scaglionamento di ingresso nei negozi e all’interno le misure di distanziamento
Si può andare dal parrucchiere e nei centri estetici
Si può andare nei musei ma con ingressi contingentati
Si può andare a casa di amici anche se nel Dpcm «è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza»
Si possono prendere i mezzi pubblici – autobus e metropolitane – anche nel Dpcm «è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi»
Si può uscire dal proprio Comune
Si può uscire dalla propria Regione

25 ottobre 2020 (modifica il 25 ottobre 2020 | 16:22)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte