Coronavirus, Palù: «Ha senso inseguire gli asintomatici? Positivo non vuol dire malato»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Il virologo su Tv7 scettico sul tracciamento degli asintomatici | CorriereTv CONTINUA A LEGGERE »

Asintomatici, positivi e malati: a spiegare la differenza è Giorgio Palù, già presidente delle Società italiana ed europea di virologia. «Se lei è positivo, non vuol dire che si è ammalato. non vuol dire che sia sintomatico e non vuol dire che sia contagioso. Se lei è asintomatico può essere tracciato solo durante la ricerca che si fa durante lo screening o durante il tracciamento dei cosiddetti contatti. Se Lei è asintomatico, non lo sa. Ha senso quindi inseguire e tracciare gli asintomatici?»ha spiegato su Tv7.


Fonte originale: Leggi ora la fonte