Coronavirus, le restrizioni slittano a venerdì. Emilia-Romagna verso la fascia gialla

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Slitta a venerdì l’applicazione del Dcpm che stabilisce la differenziazione del territorio nazionale in fasce. Al momento, stando ai dati di contagio, l’Emilia-Romagna dovrebbe essere inserita nella fascia gialla, ovvero la fascia di rischio moderato. Le misure di contenimento stabilite dall’esecutivo prevedono il coprifuoco dalle 22 alle 5, salvo per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Sono consentiti gli spostamenti anche fuori Regione, purché le Regioni accanto siano nella stessa zona rischio moderato. È in ogni caso fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche, per tutto l’arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi. Per quanto riguarda il commercio, le norme del governo prevedono la chiusura dei centri commercial nei giorni festivi e pre-festivi, ma rimarranno aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie ed edicole collocati al loro interno.Per quanto riguarda l’istruzione, è prevista la didattica a distanza al 100% per tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e terza media. Per i trasporti è prevista la capienza massima al 50% e infino previste le chiusure di mostre musei

4 novembre 2020 (modifica il 4 novembre 2020 | 19:18)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte