Coronavirus in Emilia-Romagna, movida fuori dai locali (chiusi): identificati trenta giovani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Giovani ammassati, come se i locali fossero aperti, creando ancora assembramento anche dopo l’orario di chiusura imposto dall’ultimo Dpcm. È lo scenario di fronte al quale si sono trovati venerdì sera i carabinieri del comando provinciale di Bologna, impegnati nei controlli sul rispetto delle misure anticovid. Rispetto sempre più trascurato da una parte dei cittadini, rilevano le forze dell’ordine, soprattutto tra i ragazzi. Sono stati 30 quelli identificati nel quartiere Saragozza, con fatica da militari e Polizia Locale vista la scarsa collaborazione data dagli stessi giovani. Lo stesso quartiere che ha visto il primo locale ribelle, il Bistrot Bonaccorsi e dove sempre venerdì sera i carabinieri hanno sanzionato la titolare di un locale rimasto aperto oltre l’orario consentito e che andava avanti nel servizio di ristorazione, assieme a due clienti che non indossavano la mascherina. In tutto sono state 605 le persone identificate a Bologna e provincia in una sola serata, e centinaia i locali controllati anche in città dove i carabinieri hanno guidato una task force comprendente anche gli agenti della Polizia Locale. Sono state 3 le sanzioni elevate dai carabinieri di Borgo Panigale, insieme a una denuncia per un 53enne italiano con l’accusa di minaccia e oltraggio a un pubblico ufficiale. L’uomo è andato su tutte le furie e ha minacciato i militari che lo stavano multando per la mancanza della mascherina di protezione. Accertamenti in corso sempre da parte dei carabinieri di Borgo Panigale su quanto accaduto in un centro commerciale della provincia, dove commessi e vigilanza hanno vietato l’ingresso a una ragazza sprovvista del dispositivo di protezione, dall’utilizzo del quale era però esonerata per prescrizione medica, regolarmente esibita alle porte del centro.

Bistrot Bonaccorsi e bar Halloween chiuderanno alle 15 per un mese

A seguito delle violazioni dei giorni scorsi, il Sindaco di Bologna Virginio Merola ha firmato due ordinanze che impongono la chiusura dalle 15 alle 6 del giorno successivo rispettivamente al Bistrot Bonaccorsi di via Saragozza 81 e al Bar Halloween di via Stalingrado 22. La chiusura alle 15 dovrà essere rispettata tutti i giorni fino al 30 novembre 2020.

31 ottobre 2020 (modifica il 31 ottobre 2020 | 16:56)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte