Cinema: premiato il festival indipendente ‘Nòt Film Fest’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il festival internazionale “Inventa un Film”, nel corso della 24/a edizione, ha premiato il ‘Nòt Film Fest’ di Santarcangelo di Romagna (Rimini) “per la sua originalità, innovazione e per il particolare stile della proposta culturale e della promozione dell’evento”. Ideato e diretto da Ermete Labbadia, il festival “Inventa un Film” è nato nel 1998 a Lenola (Latina) e dal 2021 assegna il premio “Festival italiano Originalità e Innovazione” a manifestazioni cinematografiche italiane, non partner del festival, che si sono particolarmente distinte per l’originalità della loro struttura o perché hanno introdotto nell’ultimo anno idee e sezioni innovative. Il ‘Nòt Film Fest’ si è contraddistinto come progetto capace di creare una nuova dimensione comunitaria nel comune di Santarcangelo, “in cui poter scoprire il grande cinema indipendente di domani in un ambiente rilassato e internazionale insieme a filmmakers emergenti, veterani e cinefili”.
    La quinta edizione della manifestazione si terrà dal 23 al 28 agosto e sarà all’insegna della sostenibilità, del green e dei cambiamenti climatici con cento opere, di cui 92 anteprime, tra lungometraggi, cortometraggi, documentari, film musicali e fashion film, provenienti da 39 Paesi. “In queste prime cinque edizioni del Nòt Film Fest – affermano Giovanni Labadessa e Alizé Latini, fondatori del Nòt Film Fest – abbiamo perseverato nella costruzione di un sogno e lo abbiamo fatto insieme a tutti i filmmakers della community che, grazie alla loro originalità e innovazione, ci insegnano a continuare a inseguire i sogni trasformandoli al grido di: ‘Azione!'”. ‘Nòt Film Fest’ è uno dei principali festival internazionali del cinema indie in Italia: il concept nasce a Los Angeles nel 2017 da un gruppo di amici che condividono una grande passione per il cinema indipendente. ‘Not’ nel dialetto romagnolo locale significa ‘notte’, ma è la parola inglese ‘Non’ che definisce il modo della manifestazione di celebrare i film: una piattaforma per registi indipendenti “alimentata da un movimento basato sulla comunità, che mira a dare voce ai più unici e innovativi”.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte