Cgil-Cisl-Uil, dopo Dpcm subito confronto con Governo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

 “Dopo il necessario dpcm, che interviene su attività già duramente colpite nella prima prima fase della pandemia, è ancora più urgente sancire la certezza di provvedimenti comprensivi di ulteriori 18 settimane di cassa covid, per la tutela del reddito delle lavoratrici e dei lavoratori di tutti i settori, e il conseguente blocco dei licenziamenti”. Lo affermano in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri. “Abbiamo chiesto un incontro al presidente del Consiglio, ma ad ora non abbiamo ancora ricevuto alcuna convocazione da parte del governo”, aggiungono. “La tutela del lavoro, insieme a quella della salute, è oggi indispensabile per la tenuta della coesione sociale, del nostro tessuto democratico e dell’economia. Siamo pronti se necessario a sostenere tutto ciò con la mobilitazione”, concludono. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte