Borsa:Milano chiude in calo con Tim e Prysmian,corsa Moncler

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 Seduta in calo per Piazza Affari con il Ftse Mib che chiude a -0,41% (27.370 punti). A pesare sul listino, così come per il resto delle Piazze europee, le incertezze legate al Covid con la variante Omicron che continua a preoccupare ma anche, sul fronte economico, la crescita dell’inflazione che non fa sconti a nessun Paese. Le vendite piegano Tim (-3%) con le indiscrezioni sul piano per lo spin-off della rete e l’offerta di Kkr che appare più lontana. Male poi Prysmian (-2,27%) con l’autorità della concorrenza tedesca che ha effettuato delle ispezioni presso alcuni siti del Gruppo in Germania.
    Tra gli altri titoli flessione nel farmaceutico per Recordati (-1,95%) mentre gli acquisti premiano Diasorin (+1,2%). Da segnalare la corsa di Moncler (+3,2%), come tutta la moda in Europa con le trimestrali di Richemont e Burberry a far da traino. Il rialzo del petrolio favorisce Saipem (+3,7%) ed Eni (+1,1%). Bene poi Nexi (+2,7%) Inwit (+1,6%), Leonardo (+1,26%). Lo spread tra Btp e Bund sale leggermente a 135 punti con il rendimento del decennale italiano all’1,33 percento.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte