BOLOGNA. 54enne bolognese precipita nel vuoto durante un’arrampicata nel reggiano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

Una donna di 54 anni bolognese è precipitata per un breve tratto durante un’arrampicata insieme ad un’amica nell’appennino reggiano, sul monte Penna, Civago. La causa una distorsione alla spalla. Fortunatamente, la cordata era attrezzata di tutto punto e nella caduta il dissipatore posizionato all’imbraco è entrato in funzione riducendo il fattore di caduta. L’alpinista è caduta nel vuoto e anche questa dinamica ha evitato che andasse ad urtare la parete. L’arrampicatrice è rimasta appesa non riuscendo più ad avvicinarsi alla scaletta di metallo per risalire.

Intorno alle 13,30 l’amica ha segnalato l’accaduto al 118. Sul posto l’ambulanza, la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico stazione M.te Cusna e l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano dotato di verricello con a bordo un Tecnico del CNSAS. Dopo essere stata messa in salvo e in seguito ad una valutazione da parte del personale sanitario la donna è rientrata a Bologna.

  • Lascia un commento