Birmania: Suu Kyi passa dai domiciliari al carcere

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’ex leader birmana Aung San Suu Kyi è stata spostata ieri dagli arresti domiciliari ad una cella in isolamento in un carcere della capitale Naypyidaw: lo ha reso noto il generale Zaw Min Tun, uno dei portavoce della giunta militare che il primo febbraio 2021 ha preso il potere in Birmania con un colpo di Stato.
    Il portavoce si è limitato a dire che la decisione di incarcerare l’ex leader è stata presa “in conformità con le leggi penali”. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte