Attentato a Lione, ferito un prete ortodosso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Un prete ortodosso è stato ferito a colpi di arma da fuoco a Lione, in Francia. L’aggressore è in fuga, riferisce la polizia. Il sacerdote, che secondo l’agenzia France Presse sarebbe di nazionalità greca, sarebbe stato colpito mentre stava chiudendo la chiesa. Le sue condizioni sono al momento ritenute serie.

L’attacco, per il quale è stato utilizzato un fucile a canne mozze, avviene dopo che giovedì, a Nizza, sempre in Francia, un uomo ha ucciso tre persone, sgozzandole, all’interno della chiesa di Notre-Dame.

A Nizza la prima vittima, una donna, è stata massacrata all’interno della chiesa. L’assilatore ha tentato di decapitarla. La seconda vittima — un uomo — è stata pugnalata a morte. Era il sacrestano della cattedrale, Vincent Loqués, 54 anni. La terza vittima, anch’essa una donna, è rimasta gravemente ferita alla gola, si è poi rifugiata in un bar di fronte all’edificio, dove è morta pochi minuti dopo.

Due settimane fa, a Parigi, un insegnante è stato decapitato da un 18enne ceceno, furente poiché il professore aveva mostrato in classe ai suoi studenti le vignette satiriche di Charlie Hebdo.

Questi episodi di sangue arrivano al culmine di una escalation di tensioni tra la Francia e il mondo islamico, in particolare con il presidente della Turchia Erdogan.

Nelle scorse ore, il presidente francese Emmanuel Macron ha ordinato il dispiegamento nelle strade di migliaia di militari per proteggere scuole e luoghi di culto.

Articolo in aggiornamento…

31 ottobre 2020 (modifica il 31 ottobre 2020 | 17:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte