Almamegretta, Sanacore era ed è inno alla diversità

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

(ANSA) – MILANO, 24 OTT – Per festeggiare i 25 anni dalla
pubblicazione dell’album ‘Sanacore’, gli Almamegretta hano
rilasciato una versione rimasterizzata, con l’aggiunta di due
inediti. La storica band napoletana, capostipite di una scena fondamentale per la scena musicale italiana degli anni Novanta,
torna in scena con quella che di fatto è stata la pietra
miliare, il disco più ‘mediterraneo’, di una carriera che ha
preso strade differenti nel corso degli anni.
    “Dopo Sanacore – ha raccontato Raiz, voce della band – siamo
andati avanti nella nostra sperimentazione anche arrivando a
fare tutt’altro, ma il mix di generi e culture di questo album
ha rappresentato qualcosa di importante. Era un disco politico,
sociale, che guardava agli elementi umani. Il mondo stava
cambiando, sarebbero cambiati gli equilibri demografici e ci
sarebbe stata l’inevitabile immigrazione, quella vera”.
    Alla scaletta originale, la versione rimasterizzata vede
l’aggiunta di due singoli inediti ritrovati nell’archivio, un
brano dub prodotto da D.raD (Stefano Facchielli, scomparso nel
2004 in un incidente stradale) e un pezzo strumentale mixato da
Adrian Sherwood, produttore discografico e dub master
britannico. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte